Cos’è una Web Application?

Oggi cerchiamo di spiegare in parole povere ed in maniera coincisa che cosa sia una applicazione Web o appunto, Web application.
Wikipedia da una definizione così “Applicazione Web, ovvero Web-application, è l’espressione che in generale viene impiegata per indicare tutte le applicazioni distribuite web-based” e cioè sono quelle applicazioni che in pratica non risiedono direttamente sulle macchine che le usano, ma su server remoti che potrebbero essere dall’altra parte del pianeta.
In pratica una Web Application, come Cosmocatalog per l’impaginazione automatica,  è un programma che viene scritto per girare o su Internet e su una rete locale, che viene distribuito ai clienti o coloro che ne devono usufruire in modo che ne possiedano la possibilità di usarlo, ma non il codice stesso.
Un po come se invece di comprare un CD musicale si avesse la possibilità di ascoltare la musica su una radio online: non si possiede la musica che si ascolta ma se ne usufruisce in base ad una licenza pattuita.
Ma quali sono i vantaggi di avere una Web application piuttosto che un software tradizionale?

“I servizi in rete sono un presente in espansione ed un futuro dinamico e certo, che rivoluzionerà di nuovo il mondo. In un futuro non troppo lontano, tutti i PC di questa terra, saranno interconnessi in maniera massiva e a loro volta saranno allacciati a potenti server che daranno agli utenti finali tutti i servizi possibili senza dover più installare o possedere nulla sul proprio computer.
Non esisteranno più i back up, in quanto gli hard disk non risiederanno più sulle nostre macchine, ma su server remoti che gestiranno, al sicuro da danni fisici o black out, i dati per noi.
I programmi stessi non dovranno più essere installati, visto che risiederanno sulla rete: già oggi Google fornisce dei servizi on line molto efficienti, che sostituiscono in maniera egregia buona parte della suite Office di Microsoft. Per editare un file con Word, non è necessario “possedere” Word sul proprio PC, ma basta uploddare il file in questione sui server di BigG e lavorare on line.
Lo stesso discorso vale già oggi per la posta elettronica: perché devo scaricare sul mio PC centinaia di messaggi di posta con il rischio di perderli a causa di un crash o di non riuscire a recuperare la rubrica se si rompe l’hard disk? Ci sono servizi di posta on line che funzionano benissimo e permettono la gestione del proprio account e della propria rubrica senza paura di perdere un dato ed offrendo degli spazi virtualmente illimitati per i nostri messaggi.
Anche i giochi non avranno più motivo di esistere sui nostri computer, ma saranno solo “raggiunti” dalle nostre macchine (che quindi avranno un harware molto più leggero e “specializzato”). Second Life ne è un esempio: il piccolo client che si scarica ed installa non è il gioco vero e proprio, perchè questo alberga sui server di Linden Lab, ma un ponte che ci permettere di raggiungere il nostro avatar e tutte i nostri profili salvati su dei PC che sono in California.” RudyBandiera.com

In pratica, l’utilità di un sistema in remoto sta nel fatto che ci dovremmo preoccupare solo di usare il software, non della sua manutenzione, ne del suo backup. Oltre a questo, una Web Application può essere usata da qualunque postazione al mondo: di fatto, in ogni angolo del pianeta, con una macchina con un browser installato, sarà come essere nel proprio ufficio.

13 Mag 2010
Seguici