Polimi: la moda si apre alla digitalizzazione

La digitalizzazione ultimamente sta avanzando in maniera preponderante nel settore B2B, anche se ancora spesso con poca consapevolezza, come ci dimostra questa indagine realizzata dal Politecnico di Milano dall’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione.

Anche il settore dell’abbigliamento e del tessile sta a poco a poco soppiantando i vecchi sistemi dei rapporti di filiera, con sistemi digitali che catalizzano i processi, come ad esempio portali che rendono possibile la condivisione di dati e informazioni del ciclo d’ordine, di documenti tecnici con i fornitori etc..

Le grandi case di moda si aprono alla digitalizzazione

Naturalmente al momento sono le grandi case di moda e catene distributive ad essere protagoniste di questo cambiamento interno. L’innovazione digitale si è concentrata finora soprattutto sui processi di interazione con il cliente, che rimane sempre il focus principale del settore. Ma negli ultimi periodi si è osservato che è aumentato anche l’interesse verso l’utilizzo del digitale negli scambi di dati e nei processi business to business, per la gestione del ciclo dell’ordine e della supply chian (catena di distribuzione).

Report del Politecnico di Milano

Il report dell’Osservatorio del Politecnico di Milano si è focalizzato quindi sul processo di digitalizzazione in questo mercato in Italia, analizzando casi di ben 39 aziende, che appartengono ai vari stadi della filiera.

In sintesi ciò che è emerso sono 2 tipi di approccio alla digitalizzazione:

  1. iniziative di marketplace sviluppati per supportare scambio di documenti e dati e ovviare alla frammentazione delle relazioni della filiera. Questo tipo di intervento ha avuto poco successo nella maggior parte dei casi ed è quindi rimasto ad uno stadio iniziale.
  2. Iniziative da parte delle case di moda verso la distribuzione al dettaglio e verso terzisti e fornitori.

Dolce & Gabbana, Patrizia Pepe, Parah: come ottimizzare i processi di business

Fra i principali casi esplorati verso terzisti e fornitori spicca ad esempio il caso Dolce & Gabbana, che ha fatto realizzare un portale web-based per i fornitori per condividere dati tecnici, schede prodotto e DDT (Documenti di trasporto) in formato digitale.

Per quanto riguarda invece l’integrazione verso la forza vendita, tra i primi a “sperimentarlo” ci sono nomi quali Patrizia Pepe, Moncler e Parah. Queste case di moda hanno pensato di creare documenti in formato elettronico (ordini, fatture, giacenze, dati di vendita..), integrando gli strumenti di gestione del punto vendita con il gestionale aziendale.

Patrizia Pepe nello specifico ha realizzato un portale che aiutasse a gestire il processo di riassortimento e potesse centralizzare in un unico punto tutta la documentazione come: fatture, DDT, anagrafica prodotti etc..

Parah dal canto suo ha sviluppato uno strumento di Sales Force Automation (gestione automatizzata della forza vendita) per la raccolta ordini da parte della rete commerciale dell’azienda (come la nostra soluzione per agenti Order Sender).

Case History positive: integrazione, digitale, mobile

Sono comunque diverse le esperienze positive riportate nel nostro paese, come dimostrano le case history di La Rinascente o Diesel, che utilizzano gli strumenti di integrazione digitale con ottimi risultati, con lo scopo di ottimizzare diversi processi interni di business: dallo scambio dei principali documenti con i fornitori, alla condivisione dei dati di sell-out e giacenza dei prodotti nei punti vendita, per una migliore gestione del  riapprovigionamento.

La nostra esperienza diretta con Kontatto

Anche noi di Cosmobile, ci siamo confrontati con le esigenze di questo mercato, con l’esperienza con Kontatto, marchio italiano di abbigliamento molto conosciuto. Abbiamo sviluppato e fornito soluzioni che potessero facilitare l’integrazione e il lavoro in sinergia, grazie ad esempio alla completa integrazione con il gestionale aziendale, lo sviluppo di un e-commerce B2B, dedicato a distributori e clienti professionali.

Qui trovate l’intera Case History relativa a Kontatto.

Rivolgiti a noi per raggiungere il successo

Se vuoi anche tu ottimizzare i tuoi peculiari processi di business interni, potenziare la tua rete commerciale, non avere più perdite di tempo e di denaro, scrivici nel form Contatti, saremo lieti di poterti affiancare. Per iniziare guarda alcune delle nostre Case History di successo.

8 Set 2016
Seguici