“Mobile Transformation” per le aziende italiane in 6 punti

L’adozione delle tecnologie Mobile in azienda è sempre più diffusa soprattutto a supporto dei processi di business interni ed esterni.

Di recente proprio per fare una fotografia reale della situazione presente sulla “Mobile Transformation”  l’Osservatorio Mobile B2C Strategy del Politecnico di Milano ha studiato vari aspetti su circa 121 imprese italiane medio grandi.

Il modello di analisi che è stato utilizzato  si basa principalmente su 6 aspetti (tutti riferiti alla strategia Mobile naturalmente) vediamo quali sono le principali tendenze emerse quindi grazie a questa accurata analisi:

1. Impegno e integrazione delle diverse funzioni aziendali

Il coinvolgimento, non solo del vertice, ma anche di settori come: marketing, comunicazione, vendite e dell’IT può essere davvero fondamentale per la buona riuscita di una strategia Mobile. Infatti sembra che nel 34% dei casi tutte queste figure siano coinvolte, ma non sempre riescano a condividere gli stessi obiettivi. Nel 33% invece ci si è organizzati meglio con una figura di riferimento, un responsabile dello sviluppo Mobile che coinvolga in maniera attiva tutte le figure e i settori dell’organizzazione impattati.

2. Adesione dei vertici aziendali

Si è verificato che in 1 azienda su 5 di quelle analizzate, il vertice (top management CEO) è particolarmente proattivo e propenso a credere fortemente nel Mobile, sia nel breve che nel medio-lungo periodo. Soltanto una minima percentuale, pari a circa l’11%, troviamo casi di resistenza o diffidenza, mentre nel 48% il top management è propenso e nel 20% si presenta invece passivo, cioè non considera l’aspetto del Mobile una priorità impellente.

3. Competenze mobile interne all’azienda

Sono basse le percentuali di chi pensa di avere delle competenze interne da poter spendere nella Mobile transformation, meno del 10%, un terzo invece afferma di averne ma da potenziare ulteriormente. Il 43% inoltre  ne avrebbe, ma basse e il 16% invece non ritiene di averne o comunque sono estremamente limitate.

4. Ingegnerizzazione dei processi di back-end

Uno dei passaggi chiave per il processo di Mobile Transformation è l’integrazione degli Asset Mobile (App e sito) con i sistemi di back-end dell’impresa. Sono davvero poche (circa il 12%) le realtà che non hanno mai richiesto alcun intervento sui sistemi di legacy. Il 38% ha iniziato progetti in tale senso; solo l’11% non ne sente la necessità. Una delle esigenze emerse è soprattutto quella di una vista unica del cliente ovvero poter avere un’integrazione totale fra CRM, e-commerce, sito, mobile app, social, e sistemi di cassa.

5. Strategia Mobile adottata e Asset Mobile

Dall’analisi dell’Osservatorio si evince che le app e i siti del 30% delle aziende risultano essere già una fase della Mobile Strategy, ovvero sono stati sviluppati con l’obiettivo di integrare i sistemi aziendali, con una grande attenzione alla UX.. Il restante 70% invece ha sviluppato o soluzioni che vanno riviste oppure effettuato finora solo dei test. La metà delle aziende però si sta impegnando per lavorare sugli Asset mobile, aggiungendo funzionalità nuove per renderli ancora più usabili lato utente.

6. Utilizzo del Mobile per l’advertising

Una grande maggioranza ovvero il 73% usa il Mobile per l’advertising, ma in maniera saltuaria e sperimentale, solo il 18% ha inserito il Mobile nelle strategie di marketing mix. Infine il 19% non investe ancora in pubblicità su Mobile.

Partner per la Tua Mobile Transformation

Scopri le nostre soluzioni per portare il Mobile nella tua azienda e renderlo perfettamente integrato al tuo sistema gestionale e ai tuoi sistemi interni! Parlaci dei tuoi progetti o contattaci qui sotto!

6 Apr 2016
Seguici