LinkedIn si apre alle Stories (di Business)

Dopo Instagram, Facebook, Whatsapp, Snapchat e Messenger, anche il Social professionale è pronto a lanciare le sue Stories. 

Nuovi modi di comunicare per LinkedIn che, dopo una fase di test, a breve renderà disponibili le stories in versione Beta.

LinkedIn come Instagram: Storie di business

Ad annunciarlo, con un post su Pulse, è Pete Davies, Senior Director of Product Management LinkedIn: “Abbiamo imparato molto sulle incredibili possibilità offerte dalle Stories in un contesto professionale – spiega – Per esempio, la sequenza del formato Stories è straordinariamente efficace nell’ottica di condividere momenti chiave degli eventi di lavoro, lo stile narrativo full-screen rende facile condividere consigli e trucchi per lavorare in maniera più proficua”.

Consigli per lavorare meglio e fare Networking 

L’obiettivo di questa mossa è quello di tenere gli utenti il più a lungo possibile sulla piattaforma grazie a nuovi spunti e contenuti personalizzati.
“Le conversazioni sono al centro di tutto ciò che accade su LinkedIn” e l’idea nasce proprio dall’incremento del tasso di engagement dell’ultimo anno del Social Network, +25%.

Stories su LinkedIn sì, ma professionali

LinkedIn non vuole ovviamente tradire la propria natura, ma aumentare le informazioni sulla piattaforma dedicata allo sviluppo di contatti professionali, e permetterne una diversa fruizione.

Le Storie offrono “un modo leggero e divertente per condividere un aggiornamento senza che debba essere perfetto – spiega Davies – o collegato al profilo per sempre”.
Si tratta di conversazioni fra professionisti molto più veloci rispetto a quelle cui sono abituati oggi, un modo più semplice per fare Networking.

Stories, non Post

Oggi siamo abituati a interagire con gli altri proprio attraverso le Stories e gli utenti le preferiscono rispetto ai classici Post.
“Sono curioso di vedere come le Stories porteranno una ventata di creatività e autenticità nei modi in cui gli utenti condividono frammenti della loro vita lavorativa – continua Davies – così da rafforzare il legame con i propri contatti e costruirne di nuovi”.

Al momento non si sa se le Stories potranno essere utilizzate anche per veicolare contenuti pubblicitari.
Nel primo periodo saranno disponibili in versione beta solo per i singoli utenti e non per le aziende.

(Foto dal Blog di LinkedIn) 

4 Mar 2020
Seguici