ita eng

Google My Business: come gestire le schede durante il Covid-19

Google My Business è stato protagonista di una rivoluzione: durante l'emergenza Coronavirus ha stabilito nuove regole per chi vuole aggiornare la propria attività con informazioni, immagini, contatti.

Non solo, il motore di ricerca ha contrassegnato automaticamente alcune schede di Google My Business come “temporaneamente chiuse” o “chiuse definitivamente”.
Molti imprenditori e marketer sono andati nel panico, ma le attività possono essere aggiornate anche se ora è aumentato il tempo necessario per l'assistenza e il supporto.

“Se la vostra azienda è stata colpita dal COVID-19, aggiornate la vostra scheda Google My Business tempestivamente per offrire informazioni accurate e aggiornate agli utenti”, questo l'invito del colosso di Mountain View.

Google My Business durante il Coronavirus: tutte le novità 

Sono sempre di più le persone che cercano online quali sono le attività aperte, così il motore di ricerca ha deciso di verificare quali imprese non aggiornano le informazioni relative alla propria attività, soprattutto durante l'emergenza sanitaria.
"Vogliamo assicurarci che gli utenti e i proprietari delle attività abbiano accesso alle funzionalità essenziali, ad esempio per sapere se l'attività è aperta o ha orari speciali".

Google vuole migliorare l'esperienza d'uso del servizio, evitare la diffusione di notizie false, offrire informazioni ricche, coerenti e precise, dare spazio alle attività aperte per aiutare le aziende e gli utenti che vogliono usufruire di un prodotto/servizio.
Le informazioni della scheda di Google My Business sono preziose, oggi più che mai, per attività e clienti.

Se la tua scheda di Google My Business è chiusa

Se trovi la tua scheda chiusa puoi collegarti al pannello di controllo di Google My Business e riaprirla immediatamente.
La scheda riacquisterà il suo posizionamento.
Quando una scheda ha lo stato “Closed” infatti (sia chiusa definitivamente, che temporaneamente) perde il ranking per le parole chiave generiche, e la si trova solo cercando il nome preciso. In pratica la scheda non è più visibile e perde traffico.

Come riaprire la scheda Google My Business

Se la tua scheda risulta “chiusa definitivamente”, accedendo al pannello di controllo, puoi riaprire la sede su Google cliccando sul messaggio che apapre nella tab “Informazioni”.
Puoi segnalare la tua attività anche come “chiusa temporaneamente”.

Modifica gli orari

Se il tuo orario di lavoro è cambiato durante l'emergenza Covid-19 modificalo all'interno della scheda, così che gli utenti possano sapere con precisione quando sei attivo o se segui orari speciali.

Gestisci e Modifica le tue informazioni

Condividi con gli utenti tutte le tue informazioni, se fai consegne a domicilio, se la tua azienda ha adottato precauzioni extra, se le spedizioni potrebbero subire dei ritardi, l'aggiornamento dei contatti per essere sempre reperibile etc.
E' fondamentale che i clienti siano informati al massimo sulla tua attività.

Crea post di aggiornamento

Condividi gli aggiornamenti sulla tua attività tramite Post per dare informazioni più tempestive e dettagliate. 
Google ha inoltre inserito la possibilità di creare Post legati all’emergenza Coronavirus, che appariranno in evidenza nella propria scheda Google My Business con la dicitura “AGGIORNAMENTO PER COVID-19”.

Assistenza di Google ridotta durante il Covid-19 

Il motore di ricerca dà precedenza alle modifiche della scheda relative alla salute, in seguito a quelle dedicate a orari, contatti, descrizioni.
Queste ultime infatti potrebbero subire ritardi (superiori a 3 giorni) a causa della riduzione del Team di assistenza di Google.
Lo stesso vale per domande e recensioni.

Aggiornamenti per foto e contenuti

Tra le news, su GMB saranno accettate solo foto reali e non più foto scaricate da piattaforme di stock, il fotoritocco sarà accettato ma solo in minima quantità, senza che stravolga il contenuto.


Google My Business è un servizio importantissimo per farsi trovare, per interagire con i propri potenziali clienti e per fornire informazioni utili, con la possibilità di inserire nella propria scheda immagini, prodotti, servizi, orari di apertura, sito web, e anche di scrivere post.
La tua attività comparirà così sulle ricerche di Google e su Google Maps.

leggi anche
Digital Asset Management: cos’è e perché conviene?
PIM&Impaginazione Automatica  
Digital Asset Management: cos’è e perché conviene? Il Digital Asset Management (DAM) è un Software per la gestione centralizzata e strategica dei contenuti. Il DAM consente di creare, organizzare, archiviare e distribuire i tuoi contenuti (immagini, video, documenti pdf e altri file) su differenti canali di comunicazione (Siti web, App etc.).
Le scelte digitali ed eco-friendly di EcorNaturaSì
Marketing  
Il Gruppo EcorNaturaSì ha scelto l'impaginazione automatica del nostro PIM Categora e la digitalizzazione della rete vendita con la nostra soluzione di Sales Force Automation OS Enterprise. In questo modo l'azienda ottimizza tutte le sue procedure aziendali, la raccolta ordini e la creazione di listini e volantini promozionali.
Perché la tua azienda ha bisogno di un PIM
Marketing  
Raccogli, gestisci, sincronizza e distribuisci le informazioni di prodotto in unico punto grazie al PIM: Product Information Management. Scopri la nostra soluzione PIM Categora.
La Rivoluzione Digitale e il Covid-19
Marketing  
Il percorso di trasformazione digitale della propria azienda, la Digital transformation, è ormai un’esigenza. E' quindi necessario ripensare agli investimenti nel settore delle tecnologie, chi non lo farà rischia di essere tagliato fuori dal mercato.
Handmade with love
Cosmobile.comSviluppo e gestione dati Iprov.comGrafica, design e comunicazione