Il futuro dell’innovazione al Mobile World Congress 2016

C’è chi afferma che il Mobile World Congress 2016 di Barcellona rappresenti già il passato, visto la velocità con cui la tecnologia avanza ogni giorno di più, e si domanda già cosa sarà la nuova edizione 2017.

Noi di Cosmobile eravamo presenti e abbiamo toccato con mano i trend e i temi più caldi di questa edizione 2016. Una delle poche certezze è sicuramente quella che recitava anche il claim del #MWC16: “Mobile is everything“, anche se rimangono diverse incognite su quali applicazioni saranno più usate in futuro o quali device mobile conquisteranno gli utenti, una cosa è certa:  i primi bilanci dell’evento sembrano essere davvero entusiastici con un numero di visitatori che sfiora la cifra record di 101mila provenienti da 204 Paesi del mondo!

Qual è la vera innovazione?

Ci siamo chiesti dove si nasconda davvero il cuore dell’innovazione tecnologica e in questo articolo tenteremo di risponderci con qualche riflessione. Partiamo da alcune “contraddizioni tecnologiche”che ci hanno colpito particolarmente:

1. Windows Phone?

L’app della Fiera non è stata sviluppata per dispositivi Windows Phone: la più grande fiera al mondo dedicata al mobile ha completamente ignorato questa piattaforma (la 3° più diffusa in Europa fra l’altro), dobbiamo trarne qualche considerazione?

2. L’innovazione semplifica davvero?

La coda di utenti della Fiera si sviluppava in due segmenti, di cui quella in cui le persone si identificavano con il Bluetooth era molto più lenta e macchinosa rispetto a quella tradizionale con il badge al collo!

La nostra risposta alla domanda dove si nasconda l’innovazione, forse potremmo rispondere che l’innovazione attuale risiede certamente in diverse nuove comodità, ma non è detto che migliori e semplifichi sempre le procedure!

La nuova Suite innovativa per le aziende 

Aldilà di queste considerazioni generali abbiamo vissuto un World Mobile Congress dove protagonisti indiscussi sono stati soprattutto: la telefonia, il Mobile, ma anche l’IoT (Internet of Things), che permetterà a persone e cose di dialogare con sempre maggiore intensità, integrandosi completamente.

La nostra esperienza è stata sicuramente più che positiva, dandoci la possibilità di allargare il nostro  raggio d’azione e affacciarci in questa meravigliosa vetrina internazionale. Ottimi i risultati anche per il lancio della nostra nuova piattaforma business Order Sender Suite, di cui vi abbiamo parlato nel precedente articolo. In un’ottica sempre più volta a poter lavorare in autonomia, con modalità BYOD, ovunque ci si trovi, portando un’ottimizzazione notevole dei processi di business e di vendita. La nostra Suite dedicata ad aziende ha trovato certamente nel #MWC un’opportunità di visibilità e un contesto decisamente adatto al nostro obiettivo.

Cosa ci aspettiamo dal Mobile World Congress 2017?

Forse il claim per la prossima edizione di questa grande fiera potrebbe essere “Everything is Mobile”: come ad indicarci che inevitabilmente tutta la realtà grazie alla tecnologia sarà ancora più “in movimento” e ci verrà concessa una fruizione della realtà sempre più integrata e intelligente.

Ci aspettiamo quindi nuovi orizzonti da inseguire, nuove tecnologie da implementare, conservando sempre quell’anelito al raggiungimento di nuove possibilità e conquiste.

2 Mar 2016
Seguici