Il BYOD è solo una questione di fiducia?

Il Byod (Bring Your Own Device) è sempre più diffuso fra le aziende come metodologia di adozione del Mobile in azienda per snellire e facilitare determinati processi interni.

Ultimamente però a seguito dell’adozione del BYOD si è notato che le aziende iniziano ad essere più restie, soprattutto a causa di problemi legati alla sicurezza. Certo le aziende devono ancora maturare e comprendere come gestire al meglio la piattaforma EMM (Enterprise Mobility Management) per i propri obiettivi sia a breve, che a lungo termine.

Il BYOD in realtà, se correttamente implementato nell’infrastruttura aziendale, può apportare importanti benefici come:

  • l’aumento della produttività
  • la maggiore soddisfazione e libertà dei dipendenti.

In una recente infografica ideata da Blackberry si vede come le vere sfide della sicurezza legate al fenomeno siano principalmente:

  1. mettere in sicurezza i dati aziendali
  2. gestire dispositivi aziendali che contengono dati e applicazioni sia aziendali, che private
  3. tracciare e controllare l’accesso a reti aziendali e private
  4. aggiornare sistemi operativi e applicazioni dei dispositivi
  5. individuare altre soluzioni per la sicurezza

Il costo degli incidenti relativi all’introduzione della mobilità infatti è aumentato negli ultimi anni e ben l’82% dei CIO ritiene che aumenterà ulteriormente nel 2015.

Le aziende che permettono ai dispositivi personali di accedere alla rete aziendale sono cresciute dal 2012 ad oggi, il BYOD ha avuto una sorta di boom ed è previsto che arriverà ad un tasso di crescita del 105% entro il 2016.

L’infografica come si vede raccoglie diversi dati significativi relativi all’utilizzo di dispositivi mobili in azienda, che ci permettono di capire il trend che il fenomeno sta attraversando.

Nonostante questa elevata crescita rimangono molte le perplessità e i dubbi legati a questo tipo di “mobilizzazione” delle imprese. Si offrono così all’orizzonte diverse altre tipologie di approccio e di gestione come il CYOD (Choose Your Own Device), il COPE (Corporate Owned, Personally Enabled) o il COBO (Corporate Owned, Business Only). Si tratta di diverse modalità di gestire il mobile e i dispositivi mobili in azienda, in alternativa al BYOD.

28 Lug 2015
Seguici