I social network sono ancora inutili per il mondo Business?

Spesso si sente dire che i social non sono adatti al mondo business, che sono solo appannaggio di chiacchiere inutili, oggi vi portiamo i risultati di una ricerca che ribalta questi luoghi comuni e che ci fa comprendere il cambiamento profondo che sta attraversando il mondo Business, nella fattispecie il modus operandi dei CIO.

I manager italiani ancora sembrano essere in parte restii ad esplorare nuovi territori digitali, ma la ricerca di Weber Shandwick dal titolo “Socializing your CEO III: from marginal to mainstream” ci mostra come l’utilizzo di strumenti come i social network da parte di dirigenti aziendali per le proprie relazioni business stia diventando sempre più importante e crescente, una specie di abitudine quotidiana addirittura!

Fino al 2013 i social erano percepiti come pericolosi, ma soprattutto “inutili” cioè non di valore per i CEO, in questo breve arco di tempo la situazione si è ribaltata. Al giorno d’oggi ben 8 su 10 utilizzano i social con strategie ad hoc alle spalle,  per rafforzare o creare dei rapporti e delle relazioni durature con gli stakeholder e soprattutto per aumentare l’awareness della propria azienda.

Si comprende bene che questa rivoluzione porterà conseguenze epocali anche nella stessa organizzazione business, soprattutto nel creare e pianificare strategie di branding che portino ancora più valore, che siano rafforzate dalla capacità di personal branding del CEO stesso e dal suo network di conoscenze.

L’avvento dei social nel mondo business inoltre può creare cambiamenti profondi anche nella diffusa cultura del comando e del controllo, che verrà incrinata a favore di politiche più volte alla collaborazione e alla condivisione di valore.

Ma quali sono i social più utilizzati dai dirigenti aziendali? Naturalmente Linkedin in primis, utilissimo social professionale adatto per creare connessioni business di valore e Twitter, facilitatore di conversazioni e conoscenze dirette, che accorcia le distanze fra i professionisti attraverso la condivisione di argomenti e focus.

21 Ago 2015
Seguici