Il sostituto di Adobe DreamWeaver forse esiste?

Chi usa software, o meglio chi ha a che fare spesso con il Web sa benissimo che cosa sia e quanto sia utile DreamWeaver, software “must” di Adobe che consente lo sviluppo di siti Web e di tante altre cose che hanno a che fare con il mondo della programmazione e dei siti Internet, ma chi conosce il Web sa anche benissimo che DreamWeaver non è gratis.
Ecco perchè quindi, il sapere che esiste una applicazione Open Source e gratuita che potrebbe essere una valida alternativa al costoso programma di Adobe è una cosa che ci rende felici e che ci da soddisfazione, per diversi motivi e primo tra tutti è la dimostrazione che non è necessario spendere migliaia di euro per trovare ottimi software, e anche perchè l’open source dimostra sempre più di essere all’avanguardia.
Aptana (http://www.aptana.org) è dotato di un’ottima interfaccia utente, (con una finestra divisa in due parti per vedere, in real time, gli effetti prodotti dalle modifiche al codice), dispone di una grande varietà di librerie oltre a consentirne la creazione di nuove e non vi lasciate intimorire dal fatto che sia una beta, perchè il software è ormai arrivato alla fase 3.
Siete interessati allo sviluppo per il Web o vorreste scrivere una Web application per iPhone ma non avete ancora trovato il giusto ambiente di programmazione forse con questo software riuscirete a trovarvi a vostro agio: ovviamente nessuno vuole togliere nulla agli ottimi programmi Adobe, i quali hanno fatto (e fanno) la storia della programmazione, ma vero è che per lo “smanettone” o per il professionista che non fa siti Web di mestiere ma vuole tenere sotto controllo la propria attività ed il proprio sito, non vale la pena spendere migliaia di euro per un programma del quale non arriveremmo nemmeno a percepire i limiti.

“Il punto di forza di Aptana è l’architettura a plugin, che permette facilmente di aggiungere nuove funzionalità al programma: oltre ai diversi linguaggi per il Web (per i quali è disponibile la funzione di suggerimento del codice), sono disponibili anche componenti aggiuntivi che permetteranno la realizzazione di applicazioni per iPhone, Nokia e Adobe Air.” oneapple.it

Da provare, perchè no? 😉

24 Ago 2010
Seguici