Photoshop gratis ed online

Su Photoshop non c’è molto da dire, ma non perchè non ci sia da raccontare ma perchè tutti quelli che l’hanno usato sanno che è il top della grafica 2D, del fotoritocco, ma già che ci siamo facciamo un po di storia per dovere di divulgazione:
Adobe Photoshop è un software proprietario prodotto dalla Adobe specializzato nell’elaborazione di fotografie e, più in generale, di immagini digitali.
Questo programma è in grado di effettuare ritocchi di qualità professionale alle immagini, offrendo enormi possibilità creative grazie ai numerosi filtri e strumenti che permettono di emulare le tecniche utilizzate nei laboratori fotografici per il processamento delle immagini, le tecniche di pittura e di disegno.
Photoshop è lo standard de facto per quello che riguarda il fotoritocco professionale.
In tutto questo idillio c’è un neo, il costo. Si perchè il programmino in questione costa, nella sua versione, CS5, una cifra vicina ai 1500 euro, cifra che non tutti (specie gli smanettoni) si possono permettere.
Allora che fare? Come poter avere accesso ad un ottimo software senza spendere l’ira di Dio?
Come tutte le grandi software house del pianeta anche Adobe si è accorta che le Web application tendono ad essere avanti, molto più avanti dei sistemi residenti, ma gli ingegneri di Adobe sanno benissimo che l’uso di un Photoshop “integrale” Web based non è possibile per una questione di “pesantezza” del software stesso, ma per non rimanere tagliati fuori dalla corsa alle applicazioni Web cosa hanno fatto? Ne hanno fatto una versione light ed online.
Photoshop Express Editor ed è una versione gratuita, anche se molto limitata, di Photoshop, permette di effettuare operazioni di modifica di base, come ridimensionamento, ritaglio, correzione dei colori, dell’esposizione, degli occhi rossi, ed altro. Inoltre, se cliccate su Decorate, vedrete altre funzioni ancora: inserimento di testi, fumetti, note ed altri componenti grafici predefiniti. Insomma, un servizio davvero semplice, veloce e funzionale.
Unico neo, se così lo possiamo chiamare, l’obbligo di creazione di un account.
Comunque sia, l’introduzione di un simile software nell’ambito degli applicativi Web oriented è un passo avanti, un passo che la dice lunga su quello che stanno diventando le applicazioni che non necessitano di installazione.

9 Set 2010
Seguici