Un’app italiana si aggiudica il Mobile Premier Awards

Si chiama Atooma ed è l’app per smartphone che è stata eletta come “migliore al mondo” al Barcellona Wold Congress. E a svilupparla sono stati quattro ragazzi italiani di 27 anni, che hanno avviato a Roma la loro startup. Sviluppando l’idea dell’attuale CEO, Francesca Romano, di un sistema operativo per cellulari, il team di Atooma approda all’idea di una applicazione Android per automatizzare le funzioni del proprio cellulare.
“Rendi il tuo smartphone più intelligente (smarter in inglese)” sembra essere il motto di questa app che permette di personalizzare le funzioni del proprio cellulare, creando diverse azioni a seconda delle proprie esigenze. Basta scegliere delle azioni (manda mail, escludi suoneria ecc) che si devono svolgere (DO) al realizzarsi di condizioni particolari (IF), che possono andare dall’ora del giorno, al livello della batteria o alla propria posizione. Se, ad esempio, si hanno genitori o partner molto apprensivi si può chiedere al proprio telefonino di mandare un sms quando si rientra a casa. Oppure salvare automaticamente dei file su dropbox, o ancora escludere la suoneria se la batteria di sta scaricando, o attivare il vivavoce o il bluetooth se qualcuno chiama mentre si è alla guida, oppure connettersi automaticamente al wi-fi quando si è a casa e direi che gli esempi possono bastare.
Per ora, però, saranno solo gli utenti di Android a godersi quest’app e a trasformare il proprio smartphone nel l’assistente perfetto.

1 Mar 2013
Seguici