Diaspora, applicazione Web e social network

Ormai si fa un gran parlare di Social network quali Twitter ed in particolare Facebook, Facebook che è diventato lo standard per quello che riguarda le conversazioni sociali online: ormai frasi come “è mio amico su Facebook” oppure “l’ho visto su Facebook” sono all’ordine del giorno, sono la norma più assoluta,.

Ma come sempre accade (fu la stessa cosa per Microsoft) appena viene stabilito uno standard ed una applicazione (o un sistema) diventa monopolista, nascono decine di altri piccoli sistemi satelliti, o meglio antagonisti, che tentano di spodestare il Capo che si trova in mezzo.

Diaspora si pone come obiettivo proprio questo, ovvero un ottimistico e quanto mai audace “essere l’anti Facebook”.

“Pur essendo disegnato come un’applicazione Web liberamente installabile ed eseguibile da chiunque su qualunque server, e non come un vero e proprio social network, il team di sviluppo ha deciso comunque di aprire le iscrizioni alla prima alpha del software, proprio per permettere di provarlo e portare avanti in questa maniera una fase di testing maggiormente fruttuosa.” (fonte)

Ma Diaspora si trova di fronte un problema notevole da affrontare, ed il problema si chiama Facebook, quindi l’unico modo per affrontarlo sarà farlo sul terreno in cui il social blu è più fragile, quello della privacy.

Ecco perchè Diaspora darà modo a tutti di poter gestire come meglio si crede i propri dati personali, cancellandosi quando si crede opportuno e cancellando, insieme all’identità, anche i dati che la riguardano.

2 Dic 2010
Seguici