Ventuno applicazioni infette sull’Android Market: Google le cancella

Il mondo delle applicazioni per Android si fa via via più sostanzioso, arricchendosi giorno dopo giorno di news, giochi, community e diventando sempre più social-friendly.

E’ notizia però di queste ore che Google ha eliminato una serie di mobile app dal market Android perché infette.

Sono 21 le applicazioni mobile contagiose. Oltre 50 mila utenti si sono visti succhiare da queste app dati e informazioni personali , senza che qualcuno potesse fermarle. Il problema dei virus all’interno degli App Store Android non è nuovo e di certo Google ha il grande fardello di doverlo risolvere.

Le applicazioni incriminate erano tutte formalmente molto simili alle originali. Nessun utente si è accorto del problema, scaricandole come avrebbero fatto per qualsiasi altra app disponibile nel market. Come funzionava il virus? Le apps, dopo il download e l’installazione, si muovevano indisturbate nel telefono, lasciando trojan al loro passaggio. Il fine ultimo degli ideatori di queste apps infette era quello di utilizzare un rootkit per ottenere la possibilità di reperire informazioni contenute sullo smartphone dell’utente.

L’infezione arriva proprio da Google: sono già stati individuati i responsabili del problema, e licenziati in tronco. Il trucco utilizzato era quello di creare e immettere (liberamente, come tutti possono fare sull’Android Market) queste applicazioni nello store online, per far sì che gli utenti la scaricassero. Il fatto poi che queste mobile app fossero completamente free non ha fatto altro che aumentare i download, fino ad un numero imprecisato: come si diceva, sono 50 mila gli infetti, ma non si sa se il numero aumenterà nelle prossime ore.

Quel che è certo è che in molti si chiedono se Google sia davvero in grado di gestire il Market store e se non sia ora di mettere dei paletti e delle limitazioni nell’accesso di chiunque all’inserimento di applicazioni. Quello che è capitato in questi giorni potrebbe infatti ricapitare ancora una volta ripristinato l’ordine e tutti potranno nuovamente utilizzare a piacimento il market Android.

3 Mar 2011
Seguici