Sistemi operativi per cellulare: Google batte Microsoft

Ormai siamo abituati: quando Google fa una cosa questa cosa è un successo.
Appurata questa realtà ormai incontrovertibile, questa volta siamo davanti a qualcosa di davvero straordinario, o almeno straordinario rispetto a quello accaduto fino a non troppi mesi or sono: si perchè se Google fa un browser come Chrome ed il suddetto arriva in poco tempo ad essere il terzo browser più usato del pianeta rosicchiando fette di mercato a Explorer e Firefox, è una cosa relativamente normale in quanto Google, browser e Web sono strettamente legati.
Ma un conto è un software per navigare ed un conto è un sistema operativo ed anche li Google non perde colpi visto che Android cresce e supera Windows Mobile di Microsoft, a dimostrazione che un progetto basato su Linux e su una cultura open source, se lanciato e gestito in modo coordinato e con il supporto hardware, può davvero funzionare:
La vera sorpresa viene, però, dai sistemi operativi per cellulari smartphone dove Android di Google è passato da una quota di mercato dell’1,6% al 9,6% solo in un anno. Secondo Gartner le vendite di dispositivi Android hanno messo a segno un’impennata del 707% sorpassando così il sistema operativo di Microsoft, Windows Mobile”. Fonte

Quindi, analizzando la cosa da un punto di vista commerciale, Linux pare non funzionare come potrebbe a causa della troppa frammentazione delle software house che lo gestiscono,  mentre con la potenza di fuoco di Google lo stesso progetto “aperto” prende una piega del tutto diversa.
Come a dire: se ci fosse una sola software house a gestire le distribuzioni di Linux, Linux stesso sarebbe molto più usato, ma si andrebbe forse contro a quelli che sono i principi stessi dell’open source.
Stiamo al balcone, e vediamo.

20 Mag 2010
Seguici