Il nuovo Skype sarà una Web application?

Per ora non c’è nulla di confermato, ma alcuni rumors abbastanza accreditati sostengono che la prossima versione di Skype possa essere una Web application, rivoluzionando così tutto quello che è il mondo della comunicazione via IP denominata VoIP (Voice Over IP).

Ma facciamo un passo indietro: Skype è il software più usato al mondo per quello che riguarda la telefonia attraverso Internet, ovvero attraverso IP appunto, e come software viene fornito sotto forma di codice ed installato su tutti i computer in cui è necessario.

Una cosa positiva di Skype, che avvicina il software stesso fin dalla sua nascita al concetto di Web application e di cloud computing, è il fatto che il nostro profilo così come i nostri dati, le nostre immagini e sopratutto i nostri contatti, sono su un server remoto, e questo fa si che se ci connettiamo da qualunque computer usando la nostra user e password, l’utenza che ci aspetta è sempre e comunque la nostra, con tutte le sue caratteristiche “personali”.

Quello che cambia sono le impostazioni proprie del software (come ad esempio le impostazioni video ed audio) visto che queste si devono configurare in base alla macchina sulla quale si sta lavorando.

Ora la domanda sorge spontanea: a che cosa servirebbe creare uno Skype in versione Web based se anche oggi i nostri dati sono in remoto?

Non ci sono annunci ufficiali da parte di Skype in merito alla svolta cloud dei propri servizi, e tutte le speculazioni online nascono da una ricerca di personale per lo Skype Cloud and Web Technology Team. La disponibilità di Skype in modalità web based è attesa per i primi mesi del prossimo anno e saranno anche disponibili alcuni pacchetti premium a pagamento per accedere a particolari opzioni.”
(fonte)

Staremo a vedere quali saranno i cambiamenti e quali saranno i vantaggi di un così radicale passaggio.

13 Dic 2010
Seguici