Tablet al lavoro

Una percentuale crescente di utenti utilizza il tablet per il lavoro. A dirlo è la rivista Forbes, che pubblica i dati di una ricerca condotta da Consumer Intelligence Research Partners (CIRP) su 1000 acquirenti di iPad, da dicembre 2011 ad Aprile 2012. Secondo il sondaggio, il 21% di questi utenti ha dichiarato che userà il device targato Apple per lavoro, un 8% in più rispetto ai dati registrati in precedenza.
Questo dato è da far rientrare in altre tendenze che si stanno manifestando negli Stati Uniti, ma che non tarderanno a superare l’Atlantico.

Il BYOD ne è un esempio. BYOD sta per Bring Your Own Device ed è una politica aziendale, sempre più in voga negli States, che incoraggia i dipendenti a usare i propri dispositivi (smartphone e tablet) anche per il lavoro: per accedere alla mail o a documenti aziendali, per esempio.
Altro dato che dimostra come l’uso del tablet sta prendendo sempre più piede nelle realtà aziendali: il 92% delle maggiori società mondiali (le 500 della classifica di Fortune) usano i tablet come parte della loro infrastruttura IT. A dirlo è stato Tim Cook, CEO della Apple, uno che di tecnologia mobile se ne intende.

Ma non sono solo le multinazionali a capire le potenzialità dello strumento: sempre più aziende (e persone) ne percepiscono la comodità e la versatilità, soprattutto quando lo si usa come supporto quando si è lontani dalla scrivania. Pensiamo a un agente di commercio che entra da un cliente carico di spessi cataloghi cartacei, cartelline di moduli d’ordine e pensiamo poi allo stesso agente che presenta il catalogo “sfogliando” il tablet.

Chi fa questo mestiere sa quanto la prima impressione sia fondamentale.

Scopri le nostre soluzioni per le aziende

14 Set 2012
Seguici