Scrivere programmi per Android senza saper programmare

Scrivere programmi per il sistema operativo di Google Android, senza conoscere nessun linguaggio di programmazione e senza usare una riga di codice.
Questa è in sintesi la nuova, brillante e semplicissima (concettualmente) idea che Google ha messo in pratica realizzando App Inventor, una Web application in puro stile Google, che permette a chiunque di poter creare i programmi del proprio telefono in un ambiente totalmente visuale.
“App Inventor è un ambiente di sviluppo visuale web-based che, secondo Google, può essere utilizzato anche da chi è completamente a digiuno di programmazione per realizzare una certa varietà di applicazioni o semplici giochi (anche basati su sprite). L’aspetto più interessante è che, pur nella loro relativa semplicità, questi programmi possono utilizzare un database interno (rendendo possibile, ad esempio, la creazione di quiz) e interfacciarsi alle principali funzionalità di uno smartphone, come GPS, accelerometro, telefonia, messaggistica ecc. Le applicazioni create con App Inventor possono anche comunicare con i siti web, e dunque di interfacciarsi a motori di ricerca, social network e altri servizi online.” punto-informatico.it
App Inventor contiene in se diverse rivoluzioni, culturali e non, che sono destinate a fare molto parlare e a mettere in crisi Apple ed i suoi iPhone:
– L’utente finale non è più solo fruitore ma viene messo nelle condizioni di poter scrivere i propri programmi, su misura e in base alle proprie necessità, senza sapere nulla di programmazione. L’utente diventa anche sviluppatore.
– Il programma Web oriented permette a chiunque ed in ogni posto del pianeta, di poter mettere mano alle proprie applicazioni: Google rafforza così il concetto di applicazione Web, rinforzando l’idea che il futuro sarà in remoto, come noi di Cosmobile diciamo da tempo “ il cloud computing e le Web application superino i software “tradizionali” attorno al 2020“.
– Google avvicina il sistema che Apple ha inventato con iTunes e aggiunge caratteristiche vincenti come la semplicità totale d’uso oltre a mettere l’utente nella condizione di non essere più un semplice cliente da spremere.
– Android supera ogni altro sistema operativo: concettualmente, grazie alla libertà alla quale è legato, diviene la testa di ponte, il punto di arrivo, il faro, per tutti gli altri produttori di software globali. Ed è appena nato…

Insomma, Google continua a puntare tutto sulle Web application (come è nella sua natura), Android dopo aver superato Windows Mobile si lancia all’inseguimento degli altri OS mobili e lo stesso Android diviene una piattaforma di sviluppo per tutti.
Se io fossi in Jobs vedrei tutti gli ingredienti mischiati ad arte per farmi preoccupare, e non poco 😉

16 Lug 2010
Seguici