Google – Oracle: finisce il processo

Dopo lunghe udienze in tribunale, prove costituite da e-mail , rappresaglie da una parte e dall’altra si è finalmente conclusa la disputa legale tra Google e Oracle. Quest’ultima accusava la prima di aver creato le API di Android senza pagare presunte licenze per il linguaggio di programmazione JAVA (rilasciato con licenza libera). Per questo Oracle chiedeva un cospicuo risarcimento, che avrebbe fatto tremare anche un colosso finanziario come Google.

La sentenza emessa dal giudice è però a tutto favore dell’azienda madre di Android. Si è deciso infatti che Google non ha violato alcun brevetto, e quindi non deve nulla a Oracle. Le conseguenze che una decisione diversa avrebbe portato potevano anche essere pesanti, non solo per gli sviluppatori di codice Open Source, ma anche per gli utenti che probabilmente avrebbero visto un rigonfiamento dei prezzi dei dispositivi a causa della multa. Android è dunque salvo, ne esce sconfitta e ridimensionata Oracle che ha costruito accuse evidentemente infondate.

 

 

5 Giu 2012
Seguici