Applicazioni aziendali sempre più mobili e BYOD

Al ritorno dallo Smau 2013 di Milano, ci vogliamo soffermare e riflettere su come anche in Italia stia crescendo l’interesse da parte delle aziende verso le applicazioni aziendali e la Sales Force Automation, anche attraverso modalità di lavoro nuove come il BYOD (Bring Your Own Device).
Allo Smau un momento importante è stato sicuramente quello dedicato alla cosiddetta premiazione degli Oscar per le migliori App Italiane ovvero lo Smau Mob App Awards, premi assegnati dal Comitato tecnico dello Smau, dagli Osservatori ICT & Management della School of Management del Politecnico di Milano e da PoliHub. In particolare ci interessa soffermarci sull’importanza sempre più marcata della presenza di Applicazioni aziendali dedicate al mondo Business, in cui sempre di più sta crescendo l’esigenza di lavorare ottimizzando tempi e costi.

Nella categoria Business un premio è stato assegnato a CWT to Go, app per gestire il business travel dei clienti di Carlson Wagonlit Travel, consentendo di riorganizzare i viaggi di lavoro risparmiando tempo. Nel settore dedicato alla Sales Force Automation la migliore App è stata DCCr 3D di Ikon, in grado addirittura di rappresentare le gru industriali in 3d, attraverso un tour virtuale dell’impianto. Sono molte le altre Applicazioni dedicate oltre al Business anche al Consumer premiate allo Smau, idee innovative dedicate anche a settori come la Sanità, la Pubblica Amministrazione, l’Informazione etc..
Secondo un recente studio di Citrix, c’è una tendenza marcata a rendere mobili applicazioni Office (39%) e Business (37%) ed inoltre sembra avanzare sempre più il fenomeno del BYOD (Bring Your Own Device) esteso ultimamente anche alle applicazioni aziendali ovvero BYOA. Le aziende in questo modo rendono sempre più disponibili i dati e l’ufficio ai propri dipendenti, in mobilità, compreso anche l’accesso diretto alle applicazioni aziendali. Samsung ha da poco commissionato un’indagine sul BYOD e sulle conseguenze rispetto alle policy di adozione per produttività e sicurezza. Sembra che il 26 % delle aziende italiane abbia comunque registrato un incremento della propria produttività con l’adozione del BYOD, pur essendoci casi di violazione della sicurezza, è stato rilevato un crollo dei costi di comunicazione legati al traffico telefonico pari a 7 mln di euro l’anno per azienda. Rimane quindi ancora dubbioso l’atteggiamento rispetto a questa nuova modalità di lavoro, ma diventa allo stesso tempo sempre più allettante per le aziende il margine di guadagno e di risparmio economico ottenuto con il BYOD!

5 Nov 2013
Seguici